Rassegna settimanale 12-18 dicembre: Cina e Corea del Nord

12 dicembre, CINA – La Cina è seriamente preoccupata dopo le dichiarazioni di Trump sulla politica di Taiwan

Il governo cinese ha avvertito Donald Trump che è “seriamente preoccupato” dopo che il Presidente eletto statunitense ha indicato che lui potrebbe disfarsi di un’intesa di quattro decenni con Pechino a meno che i suoi leader siano pronti a raggiungere un nuovo accordo con la sua amministrazione.

Fonte: The Guardian, https://www.theguardian.com/us-news/2016/dec/12/donald-trump-questions-us-commitment-to-one-china-policy

 

13 dicembre, CINA – Trump dichiara che gli Stati Uniti non saranno necessariamente vincolati dalla politica “One China”

Il Presidente eletto Donald Trump ha dichiarato che gli Stati Uniti non dovranno necessariamente aderire alla posizione di lunga data che Taiwan è parte di “One China”, questione in discussione da oltre quattro decenni. Questa dichiarazione avviene in seguito alla protesta diplomatica cinese per la decisione del Presidente americano di aver accettato una telefonata dal Presidente taiwanese il 2 dicembre.

Fonte: Reuters, http://www.reuters.com/article/us-usa-trump-china-idUSKBN1400TY

 

14 dicembre, CINA – La Cina comunica al Giappone la sua decisione di opporsi a sanzioni unilaterali verso la Corea del Nord

La Cina è disposta a lavorare con la comunità internazionale per attuare pienamente le risoluzioni dell’ONU sulla Corea del Nord, ma si oppone a qualsiasi sanzione unilaterale al di fuori di questo quadro. Il Giappone e la Corea del Sud hanno dichiarato che questo mese imporrano nuove sanzioni unilaterali alla Corea del Nord per i programmi nucleari e missile-balistico, seguendo una nuova risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. La Corea del Nord ha rigettato la risoluzione che mira al taglio di un quarto delle esportazioni coreane dopo il suo quinto e più grande test nucleare a settembre.

Fonte: Reuters, http://www.reuters.com/article/us-northkorea-china-japan-idUSKBN14317A

 

15 dicembre, CINA – La Cina installa sistemi di armi su isole artificiali

La Cina sembra aver installato delle armi, compresi sistemi anti-aerei e sistemi anti-missile su tutte e sette le isole artificiali che ha costruito nel Mar cinese meridionale, secondo quanto riportato da un gruppo di esperti statunitensi mostrando delle nuove immagini dal satellite. Questa scoperta avviene nonostante Pechino abbia dichiarato di non aver nessuna intenzione di militarizzare le isole in un itinerario commerciale strategico.

Fonte: Reuters, http://www.reuters.com/article/us-southchinasea-china-arms-exclusive-idUSKBN1431OK

16 dicembre, CINA – La Cina sequestra drone americano nelle acque internazionali

Una nave militare cinese ha sequestrato un drone sottomarino americano schierato nelle acque internazionali, come messaggio apparentemente sfacciato nei confronti della nuova amministrazione Trump.

Secondo un ufficiale della difesa statunitense, l’aliante sottomarino era venuto in superficie nelle acque del Mar cinese meridionale e stava per essere recuperato da una nave oceanografica statunitense quando una nave da guerra cinese ha messa in acqua una piccola barca. I marinai cinesi si sono appropriati del drone nonostante le proteste cablate dalla nave di sorveglianza statunitense.

L’incidente è avvenuto a circa 100 miglia a nord-ovest del porto di Subic Bay delle Filippine.

Gli Stati Uniti hanno emesso una protesta formale e richiedono il ritorno del drone.

Fonte: The Guardian, https://www.theguardian.com/world/2016/dec/16/china-seizes-us-underwater-drone-south-china-sea

 

17 dicembre, CINA – La Cina ha accettato di restituire il drone agli Stati Uniti

La Cina restituirà il drone americano subacqueo sequestrato da una nave da guerra cinese nel mare di Cina del sud, ma Pechino ha accusato Washington di aver strumentalizzato l’incidente.
Attraverso colloqui diretti, le parti hanno raggiunto l’accordo.

Fonte: Reuters, http://www.reuters.com/article/us-usa-china-drone-idUSKBN14526J

 

18 dicembre, CINA – Trump: gli Stati Uniti dovrebbe lasciare il drone alla Cina

Il Presidente eletto Donald Trump ha scritto su Twitter che gli Stati Uniti dovrebbero lasciare tener alla Cina il drone sequestrato nel mar cinese meridionale. “Dovremmo dire alla Cina che non vogliamo indietro il drone cha hanno rubato!” ha cosi twittato Trump poche ore dopo che l’esercito americano ha annunciato che aveva raggiunto un accordo con la Cina per il ritorno dell’aliante subacqueo.

Fonte: Reuters, http://www.chinapost.com.tw/china/national-news/2016/12/18/487033/Trump-says.htm

Featured Image Source: https://www.theguardian.com/world/2016/dec/16/china-seizes-us-underwater-drone-south-china-sea (articolo 16 dicembre)

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s