Rassegna settimanale 18-24 settembre: Cina e Corea del Nord

18 settembre, Corea del Nord – Donald Trump annuncia nuove sanzioni sulla Corea del Nord

Donald Trump ha annunciato che ulteriori sanzioni saranno destinate alla Corea del Nord a seguito del nuovo test missilistico.
Trump ha affermato la scorsa settimana, poco prima di un vertice alle Nazioni Unite con Shinzo Abe, Primo ministro giapponese e Moon Jae-in, Presidente della Corea del Sud, di stare per emanare un ordine esecutivo contro il Nord.
“Annuncio un nuovo ordine esecutivo che espande significativamente le autorizzazione per individuare individui, società, istituzioni finanziarie che finanziano e facilitano gli scambi con la Corea del Nord”, ha affermato.
Trump ha dichiarato di ampliare le competenze delle autorità competenti al fine di perseguire individui, società e banche coinvolte negli scambi con la Corea del Nord, a causa delle tensioni sempre più elevate. Il paese infatti continua a sviluppare i suoi test missilistici.
Ha, inoltre, annunciato che la Banca centrale cinese ha ordinato alle banche del paese di frenare gli scambi con Pyongyang, una mossa che taglia una fonte vitale di valuta estera per il regime.
“Le banche straniere dovranno affrontare una chiara scelta: fare affari con gli Stati Uniti o facilitare il commercio con l’anarchico regime della Corea del Nord”, ha annunciato il Presidente statunitense.

Fonte: Telegraph
Link: http://www.telegraph.co.uk/news/2017/09/21/donald-trump-announces-fresh-sanctions-north-korea-urges-theresa/

19 settembre, Corea del Nord – ‘Le minacce non possono aiutare a risolvere la situazione della penisola coreana’ dichiara la Cina

“L’azione o la retorica minacciosa non possono aiutare a risolvere la situazione sulla penisola coreana”, ha detto il ministero degli esteri della Cina, dopo che il segretario alla Difesa Usa Jim Mattis ha accennato all’esistenza di opzioni militari contro la Corea del Nord.
Il Nord ha ripetutamente sfidato le Nazioni Unite conducendo test nucleari e missilistici.
Le opzioni militari disponibili per gli Stati Uniti variano da azioni non letali come un blocco navale per imporre sanzioni, ad attacchi informatici e al posizionamento di nuove armi statunitense in Corea del Sud, dove gli Stati Uniti dispongono già di 28.500 truppe.
La Corea del Sud e gli Stati Uniti, e separatamente la Russia insieme con la Cina, hanno avviato esercitazioni militari in una dimostrazione di forza contro la Corea del Nord.
La questione della penisola coreana deve essere risolta in modo pacifico, ha sottolineato il ministro degli Esteri cinese Wang Yi durante un incontro con il suo omologo russo alle Nazioni Unite.

Fonte: Reuters
Link: http://www.reuters.com/article/us-northkorea-missiles-china-threats/threats-cannot-help-resolve-korean-peninsula-situation-china-says-idUSKCN1BU0QB

20 settembre, Corea del Nord – Un Patto Nucleare all’Assemblea Generale dell’ONU

Le armi nucleari sono state l’argomento principale dei leader mondiali  nei discorsi pronunciati all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il giorno dopo che il presidente Trump si è detto pronto a “distruggere totalmente” la Corea del Nord qualora minacciasse gli Stati Uniti o i suoi alleati.
I leader di tutto il mondo hanno cominciato ad aggiungere le proprie firme a un trattato che vieta le armi nucleari, anche se i nove Paesi nucleari del mondo hanno rifiutato di firmarlo, denunciandolo come pericolosamente ingenuo.
Il primo ministro Shinzo Abe del Giappone ha difeso fermamente l’amministrazione Trump sulla Corea del Nord durante il suo intervento alle Nazioni Unite, affermando che ora non è il momento del dialogo. Il Primo ministro ha inoltre ribadito il supporto giapponese agli Stati Uniti e alle loro possibili opzioni. Abe ha poi dichiarato che per la Corea del Nord “il dialogo è stato il mezzo migliore per ingannarci e per acquistare tempo. Ancora una volta, i tentativi di risolvere il problema attraverso il dialogo sono tutti scomparsi”, ha detto Abe. Abe ha, infine, chiamato il leader della Corea del Nord, Kim Jung-un, “un dittatore” e ha dichiarato che “prima o poi” il signor Kim sarà in grado di lanciare un missile balistico intercontinentale.

Fonte: The New York Times
Link: https://www.nytimes.com/2017/09/20/world/united-nations-general-assembly.html?rref=collection%2Fsectioncollection%2Fasia&action=click&contentCollection=asia&region=stream&module=stream_unit&version=latest&contentPlacement=4&pgtype=sectionfront

21 settembre, Corea del Nord – La Cina esorta la Corea del Nord a non andare oltre

Il Ministro degli esteri cinese ha invitato la Corea del Nord a non andare oltre, in una “direzione pericolosa”, con il suo programma nucleare e affermando che i negoziati diplomatici sono stati l’unica via d’uscita dalla crisi sullo sviluppo delle armi di Pyongyang.
Wang Yi ha anche affermato all’Assemblea Generale dell’ONU che la Cina è impegnata nella denuclearizzazione della Penisola Coreana e che non ci dovrebbero essere nuove armi nucleari a nord o sud del confine o altrove nell’Asia nordorientale.
Ha invitato gli Stati Uniti a rispettare il loro “non impegno”, un riferimento apparente alla dichiarazione del 1° agosto del Segretario di Stato americano Rex Tillerson, nella quale egli ha affermato che Washington non ha cercato il collasso o il cambiamento del governo o di inviare i militari al confine fra le due Coree.
Wang ha invitato tutte le parti a svolgere un ruolo costruttivo nell’allentare le tensioni. E ha aggiunto: “C’è ancora speranza per la pace e non dobbiamo rinunciarvi. Le negoziazioni diplomatiche sono l’unica via d’uscita, e meritano ogni sforzo. Le parti dovrebbero incontrarsi a metà strada, affrontando le legittime preoccupazioni degli altri”.

Fonte: Reuters
Link: http://www.reuters.com/article/us-un-assembly-china/china-urges-north-korea-not-to-go-further-in-a-dangerous-direction-idUSKCN1BW2VL

22 settembre, Corea del Nord – Kim risponde a Trump dandogli del rimbambito squilibrato

Rispondendo direttamente alla minaccia del presidente Trump alle Nazioni Unite di distruggere la Corea del Nord, il suo leader ha definito il Presidente Trump “un pazzo americano mentalmente squilibrato” e ha promesso “il più alto livello di contromisure nella storia”.
“Un cane spaventato abbaia più forte”, ha dichiarato Kim, riferendosi al discorso di Trump all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, in cui ha annunciato il suo impegno ad annientare la Corea del Nord.
“È sicuramente un canaglia e un gangster che ama giocare con il fuoco, piuttosto che un politico”, ha detto Kim. La sua dichiarazione è stata la sua prima risposta diretta al discorso del signor Trump.

Fonte: New York Times
Link: https://www.nytimes.com/2017/09/21/world/asia/kim-trump-rocketman-dotard.html?rref=collection%2Fsectioncollection%2Fasia&action=click&contentCollection=asia&region=stream&module=stream_unit&version=latest&contentPlacement=2&pgtype=sectionfront

23 settembre, Corea del Nord – La Casa Bianca pesa la risposta alle minacce della Corea del Nord

La guerra di parole tra il Presidente Trump e Kim Jong-un, leader della Corea del Nord, ha sollevato preoccupazioni che potrebbero inasprire una nuova e più volatile fase mentre la Casa Bianca ha pesato i suoi prossimi passi in risposta a una minaccia da parte di Pyongyang di condurre il primo test nucleare atmosferico al mondo in 37 anni.
L’avvertimento della Corea del Nord che potrebbe testare una bomba nucleare sull’Oceano Pacifico ha aggiunto urgenza a un dibattito amministrativo sulle opzioni per un attacco preventivo nel caso venissero rilevati preparativi per un lancio.
Secondo i veterani della politica estera, il Presidente sta conducendo un gioco pericoloso che complica gli sforzi per trovare una soluzione diplomatica alla controversia sui programmi nucleari e missilistici della Corea del Nord. “Gli insulti personali rendono più difficile il compromesso”, ha affermato Kori Schake, ex assistente alla sicurezza nazionale del presidente George W. Bush.  “Schernire i leader stranieri non è una tattica diplomatica con ottimi precedenti. Con un problema come la Corea del Nord, che ha un margine ridotto per l’errore e una grande probabilità di incomprensione a causa dell’isolamento internazionale della Paese, il presidente Trump che indulge in esso è incredibilmente sconsiderato “.

Fonte: New York Times
Link: https://www.nytimes.com/2017/09/22/world/asia/trump-north-korea-kim-jong-un.html?rref=collection%2Fsectioncollection%2Fasia&action=click&contentCollection=asia&region=stream&module=stream_unit&version=latest&contentPlacement=7&pgtype=sectionfront

24 settembre 2017, Corea del Nord – Gli Stati Uniti inviano bombardieri lungo la costa nordcoreana

I bombardieri e gli aerei da caccia americani hanno volato sopra le acque internazionali sulla costa orientale della Corea del Nord in una “dimostrazione della risoluzione degli Stati Uniti” di fronte alle provocazioni di Pyongyang, ha dichiarato il Pentagono. Nel frattempo, un alto funzionario nordcoreano ha dichiarato all’Assemblea Generale dell’ONU che Pyongyang prenderà “un’azione di prevenzione sconvolgente” se gli Stati Uniti mostrassero segni di “decapitare” il regime.
Il comando pacifico militare americano ha parlando della missione  “sottolineando la serietà con cui controlliamo i comportamenti sconsiderati della Corea del Nord”. Il volo era un “messaggio chiaro” delle opzioni militari statunitensi “per sconfiggere ogni minaccia”, ha detto il comando del Pacifico.

Fonte: China Post
Link:

Featured Image Source: The New York Times 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s