Rassegna settimanale 13-19 marzo: Africa Sub-sahariana

14 marzo 2017, SUDAN DEL SUD – L’Unione Africana non condanna il Sudan del Sud

I membri di una commissione ONU per le indagini sui diritti umani hanno accusato l’Unione Africana di essersi resa complice delle atrocità commesse in Sudan del Sud. L’UA, infatti, non è riuscita a fondare un “tribunale” ibrido (come da accordi stipulati con il Sudan del Sud nell’ambito del trattato di pace dell’agosto 2015), che integrasse le leggi dell’Unione con quelle del Sudan del Sud e si occupasse di giudicare i sospettati, anche appartenenti alla classe politica e alla classe militare, per le violenze commesse nel Paese.

Molti leader africani sono scettici nei confronti della ICC, e preferiscono “soluzioni africane ai problemi africani”. Tuttavia, se l’Unione Africana continuasse a fallire nel proteggere la sua stessa gente, la Comunità Internazionale si troverà a dover intervenire.

A dilaniare il Sudan del Sud sono carestia, stupri, conflitto etnico, e una guerra che ha causato più di un milione e mezzo di rifugiati. A ciò, si aggiunge ora una epidemia di colera. Da un lato, il Governo “ostruisce e manipola” gli aiuti diretti alle aree colpite dalla carestia (che sono aree sotto il controllo dell’opposizione), rischiando una catastrofe ancora maggiore. Dall’altro, anche l’opposizione, attaccando convogli e le installazioni governative, contribuisce a sua volta alla carestia.

Fonte: Reuters

Link: http://www.reuters.com/article/us-southsudan-un-idUSKBN16L1UL

 

15 marzo 2017, CAMERUN – Le forze regionali liberano 5000 persone da Boko Haram

Il Camerun ha dichiarato che le forze dell’Africa occidentale hanno liberato 5000 persone da Boko Haram, in un’operazione che ha portato all’uccisione di più di 60 militanti e alla distruzione dei rifugi del gruppo lungo il confine tra Nigeria e Camerun.

Gli ostaggi liberati erano perlopiù donne, bambini e anziani.

Il gruppo islamista nigeriano dei Boko Haram lotta dal 2009 per stabilire un califfato nella regione del lago Chad.

Fonte: Reuters

Link: http://www.reuters.com/article/us-cameroon-security-idUSKBN16M2BE

 

ETIOPIA – Uomini armati del Sudan del Sud uccidono 28 persone e ne rapiscono 43

Ciò dimostrerebbe come la guerra civile in Sudan del Sud costituisca una minaccia per l’intera regione. A essere rapiti, sarebbero stati 43 bambini.

Fonte: Reuters

Link: http://www.reuters.com/article/us-ethiopia-southsudan-idUSKBN16M1MH

 

16 marzo 2017, KENYA – ONU: in Kenya, colpito da siccità, un bambino su tre soffre di malnutrizione

Tre anni di piogge scarse hanno causato disastrosi problemi di malnutrizione in Kenya. Questo è quanto dichiarato dall’ONU, che chiede aiuti per la nazione per 166 milioni di dollari. In tre regioni del Nord, il 30% della popolazione soffre di malnutrizione: si tratta del doppio rispetto alla soglia di emergenza.

Secondo le stime delle Nazioni Unite, il mondo si trova sulla soglia della più grande crisi umanitaria dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, con 16 milioni di persone che rischiano la fame nella sola Africa orientale. La siccità del 2016, esacerbata dagli effetti di El Nino, ha colpito soprattutto le popolazioni di pastori nomadi del Nord del Kenya.

Fonte: Reuters

Link: http://www.reuters.com/article/us-kenya-drought-aid-idUSKBN16N17G

 

18 marzo 2017, CONGO – Le forze del Congo prendono di mira i civili, e impediscono l’accesso ai peacekeepers

La missione ONU in Congo ha rivelato come le forze governative stiano prendendo di mira e uccidendo civili nel centro del Paese, negando, tra l’altro, ai peacekeepers delle Nazioni Unite l’accesso all’area.

Il Governo del Congo sta portando avanti operazioni contro la militia dei Kamuina Nsapu. Le violenze sono scoppiate per conflitti territoriali, etnici e di accesso ai minerali e alle risorse del Paese, e sono peggiorate quando, lo scorso dicembre, dopo il termine del suo mandato il Presidente Joseph Kabila non ha lasciato il suo incarico.

Le truppe governative sono accusate di aver ucciso civili; inoltre, alcuni soldati sono accusati di aver commesso crimini di guerra contro alcuni appartenenti della militia, tra cui mutilazione e punizioni degradanti e disumane.

Fonte: Reuters

Link: http://www.reuters.com/article/us-congo-violence-un-idUSKBN16P0EJ

 

YEMEN – Attacco aereo uccide 42 rifugiati, la Somalia richiede che siano effettuate delle indagini

42 rifugiati somali sono stati uccisi da un elicottero, che ha sparato sulla loro imbarcazione al largo delle coste dello Yemen. La Somalia ha richiesto che la coalizione guidata dall’Arabia Saudita che lotta nella zona investighi sull’accaduto. I rifugiati portavano con sé documenti ufficiali delle Nazioni Unite.

L’area è parte di un fronte di guerra in cui si stanno scontrando le forze leali a Abd-Rabbu Mansour Hadi, Presidente yemenita, supportato da una coalizione di Stati arabi, guidati dall’Arabia Saudita, e il Movimento Houthi, alleato dell’Iran, che controlla gran parte del territorio settentrionale e occidentale dello Yemen.

Non è ancora chiaro chi sia responsabile dell’attacco all’imbarcazione.

Fonte: Reuters

Link: http://www.reuters.com/article/us-yemen-security-refugees-idUSKBN16O0UI

 

(Featured Image Source: Wikimedia Commons)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s