Rassegna settimanale 23-29 gennaio: Cina e Corea del Nord

23 gennaio, Corea del Nord – Il presidente della Corea del Sud sollecita il rapido dispiegamento di missili

Il presidente ad interim della Corea del Sud ha dichiarato che le capacità nucleari e missilistiche della Corea del Nord stanno accelerando a un ritmo “senza precedenti”. Il Presidente ha quindi sollecitato la rapida implementazione di un sistema anti-missile americano che ha fatto infuriare Pechino.
Seoul e Washington hanno concordato lo scorso anno per l’installazione del sistema di Terminal High Altitude Area Defence (THAAD) nel sud, dopo una serie di test nucleari e missilistici della Corea del Nord – ciò ha causato forti obiezioni provenienti dalla Cina, che teme che l’installazione metterà a repentaglio le proprie capacità balistiche.
Il Presidente ha dichiarato che il Nord ha condotto due test nucleari e ha lanciato più missili balistici lo scorso anno, con una media di due al mese. Ha inoltre aggiunto che è necessario un rapido schieramento del sistema THAAD per proteggere la vita e la sicurezza del popolo.

Fonte China Post, http://www.chinapost.com.tw/asia/korea/2017/01/24/490192/President-urges.htm

24 gennaio, Cina – La Cina afferma che proteggerà la sovranità nel Mar Cinese Meridionale

La Cina ha dichiarato che possiede una sovranità “indiscutibile” sulle disputate isole nel Mar Cinese Meridionale dopo che Washington ha promesso che difenderà i “territori internazionali” nelle acque strategiche.
Il portavoce della Casa Bianca Sean Spicer nel suo commento di lunedì ha segnalato una brusca partenza in paragone agli anni di prudente gestione da parte degli Stati Uniti del perseguimento assertivo della Cina della rivendicazione territoriali in Asia.
Quando gli è stato chiesto se Trump fosse d’accordo con i commenti del suo segretario di stato Rex Tillerson, Spicer ha dichiarato che gli Stati Uniti stanno facendo in modo di proteggere i loro interessi in Asia. L’11 gennaio Tillerson aveva affermato infatti che alla Cina non dovrebbe essere autorizzato l’accesso alle isole da lei stessa costruite nel conteso Mar Cinese Meridionale.
Spicer ha inoltre comunicato che se queste isole si trovano in acque internazionali e non fanno quindi parte della Cina, gli Stati Uniti certo andranno a difendere i territori internazionali per evitare che questi vengano rilevati da un solo paese.
Il portavoce del Ministero degli Esteri ha dichiarato in una regolare conferenza stampa che gli Stati Uniti non sono una parte della disputa del Mar Cinese Meridionale.
La sovranità della Cina sulle isole Spratly nel Mar Cinese Meridionale è indiscutibile secondo quanto detto dal portavoce cinese. La Cina si è anche dedicata alla protezione della libertà di navigazione e vorrebbe dei colloqui con le nazioni direttamente coinvolte in modo da trovare una soluzione pacifica.
Il portavoce ha inoltre esortato gli Stati Uniti a rispettare i fatti e a parlare e agire con cautela per evitare di danneggiare la pace e la stabilità del Mar Cinese Meridionale. Ha anche aggiunto che le azioni cinesi nel contestato mare sono ragionevoli e giuste.

Fonte: Reuters, http://www.reuters.com/article/us-usa-china-southchinasea-idUSKBN1572M44

25 gennaio, Corea del Nord – L’elite nord coreana si sta rivoltando contro Kim Jong-un – l’ex vice ambasciatore a Londra Thae Yong-ho ha affermato che il dissenso e le critiche al regime stanno diventando più frequenti

L’ex vice ambasciatore a Londra ha dichiarato che l’elite della Corea del Nord sta esprimendo il suo discontento verso Kim Jong-un e il suo governo.
Thae Yong-ho ha disertato in Corea del Sud in agosto dello scorso anno e da dicembre parla ai media e appare in televisione per discutere della sua defezione e della sua vita come inviato della Corea del Nord.
Thae durante la sua prima conferenza stampa con i media stranieri ha affermato che quando Kim Jong-un è salito al potere, era fiducioso che avrebbe preso decisioni ragionevoli e razionali per salvare la Corea del Nord dalla povertà, ma presto è caduto in disperazione guardando la purga di funzionari.
Il basso livello di dissenso e critica del regime, impensabile fino a poco tempo fa, sta diventando sempre più frequente. Secondo Thae Yong-ho è necessario spargere della benzina sulla Corea del Nord e lasciare che il popolo nord coreano appicchi il fuoco.

Fonte: The Guardian, https://www.theguardian.com/world/2017/jan/25/north-korean-elite-turning-against-kim-jong-un-defector-thae-yong-ho

26 gennaio, Cina  – La Cina potrebbe star sviluppando missili a lungo raggio “aria-aria”

Secondo un giornale statale, la Cina potrebbe star testando un nuovo missile a lungo raggio aria-aria che elimina aerei di avvertimento e portaerei di rifornimento in volo.
Presidente Xi Jinping sta supervisionando un ambizioso programma di modernizzazione militare che comprende jet stealth e portaerei. Il paese ha anche testato missili anti-satellite.
Il China Daily ha annunciato che l’Esercito di Liberazione del Popolo ha da poco pubblicato delle immagini on-line di un caccia J-11B che trasportava un grande missile, non identificato durante le esercitazioni dello scorso anno.
Il ricercatore dell’air force Fu Qianshao ha dichiarato al giornale che crede che il missile sia stato progettato per colpire obbiettivi lontani di alto valore, come gli aerei di avvertimento, normalmente al di fuori delle zone di combattimento.
Ciò rappresenta un miglioramento delle capacità cinesi esistenti sui missili, che fino ad ora hanno avuto un raggio di meno di 100 km.

Fonte: Reuters, http://www.reuters.com/article/us-china-defence-idUSKBN15A0HI

27 gennaio, Cina – Gli ispettori per lo smog di Pechino in prima linea in materia di inquinamento

La squadra di ispezione ambientale ha dichiarato che l’applicazione più dura della legge ha ridotto il numero di reati ambientali a Pechino negli ultimi anni, ma numerose aziende della capitale devono ancora adeguarsi agli standard di emissioni.
“Pechino è stata in prima linea nella guerra contro l’inquinamento” ha così dichiarato il premier Li Keqiang nel 2014, come parte di una promessa del governo centrale per invertire il danno fatto da decenni di crescita, e rafforzare i poteri per arrestare e punire chi inquina.
Con più di 500 ispettori ambientali al lavoro per identificare i trasgressori, migliaia di aziende sono state monitorate e punite negli ultimi quattro anni. Ma, oltre la semplice applicazione delle norme, la squadra ha affrontato il fondamentale compito di convincere più imprese nel valore della tutela dell’ambiente. Alcune aziende, sebbene mostrino intenzione a compiere miglioramenti per il bene della tutela ambientale, non sanno come agire.

Fonte: Reuters, http://www.reuters.com/article/us-china-pollution-inspection-idUSKBN15B0IB

28 gennaio, Corea del Nord  – La Corea del Nord ha riavviato il reattore per ottenere il plutonio

Un think tank degli Stati Uniti ha dichiarato che nuove immagini via satellite commerciale suggeriscono che la Corea del Nord ha ripreso il funzionamento di un reattore come suo sito nucleare principale che viene utilizzato per la produzione di plutonio per il suo programma di armi nucleari.
Il progetto di Washington “38 North”, che monitora la Corea del Nord, afferma che l’analisi precedente dal 18 gennaio ha mostrato segni che la Corea del Nord si stava preparando per riavviare il reattore di Yongbyon, avendo scaricato barre di combustibile esaurito destinato al ritrattamento per produrre plutonio aggiuntivo per le sue riserve di armi nucleari.
Nel rapporto è stato detto che l’immagine del 22 gennaio mostra un pennacchio di acqua (più probabilmente caldo) originario dalla presa dell’acqua di raffreddamento del reattore, un’indicazione che il reattore è molto probabile che sia in funzione.
La Corea del Nord ha mantenuto i suoi programmi nucleari e missilistici in violazione di ripetuti cicli di sanzioni internazionali.

Fonte: The Guardian, https://www.theguardian.com/world/2017/jan/28/north-korea-has-restarted-reactor-to-make-plutonium-fresh-images-suggest

Featured Image Source: http://www.reuters.com/article/us-china-pollution-inspection-idUSKBN15B0IB

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s