Rassegna settimanale 12 – 18 dicembre: Africa Subsahariana

12 dicembre – Gambia: Barrow e leader africani chiedono a Jammeh di dimettersi

Il neo president eletto in Gambia Adama Barrow chiede a Yahya Jammeh di accettare la sconfitta e dimettersi. Vari leader africani stanno preparando il viaggio per cercar di convincer Jammeh ad accettare il risultato delle elezioni. Jammeh, leader autoritario ed autocratico è rimasto al potere per 22 anni. Ha definito il voto “fraudolento ed inaccettabile” ed ha chiesto di riportare il caso alla Corte Suprema.

Fonte: The Guardian

Link: https://www.theguardian.com/world/2016/dec/12/the-gambias-president-urged-to-accept-defeat-by-new-government

13 dicembre – Burkina Faso: Un appello per tutti i giornalisti in pericolo

Reporter senza frontiere (Rsf) ha pubblicato il Worldwide Round-up 2016, un aggiornamento dell’ultimo rapporto che stila il bilancio annuale dei giornalisti attualmente reclusi, tenuti in ostaggio o scomparsi in tutto il mondo. La ricerca condotta dall’organizzazione indipendente, che si batte per la difesa della libertà di stampa nel mondo, ha registrato l’aumento del numero di giornalisti arrestati, legato in particolar modo alla situazione in Turchia, dove oltre cento reporter e operatori dell’informazione si trovano in prigione.

Drammatica è la situazione anche in Burkina Faso dove riportiamo il caso emblematico della scomparsa di un giornalista, Jean Bigirimana, del gruppo editoriale Iwacu e dell’agenzia Infos Grands Lacs, arrestato lo scorso 22 luglio nel sud del Burundi. Da allora nessuna notizia, né sugli autori del fermo, né sul suo luogo di detenzione.

In risposta alla situazione di crescente pericolo per i lavoratori nel campo dei media, Rsf sta promuovendo la campagna #ProtectJournalists mirata a designare un Rappresentate straordinario delle Nazioni Unite per la sicurezza dei giornalisti.

Fonte: Daily Nation

Link: http://www.nation.co.ke/news/Number-of-jailed-journalists-sets-global-record/1056-3484468-n9b1vn/

https://rsf.org/sites/default/files/rsf_2016-en_0.pdf

18 dicembre – Sudan: La replica di un genocidio

Il UN Commission on Human Rights ha dichiarato che  il “Sud Sudan è sull’orlo di una guerra civile su base etnica che destabilizzerà tutta la regione”. Sono state dispiegate 4000 unità per cercar di porre fine alle terribili atrocità. La pulizia etnica in corso include massacri, fame e stupri di gruppo, atroce replica del genocidio del 1994 in Rwanda.

Gli scontri etnici sono esplosi più di un anno fa e non rappresentano il primo episodio di violenza. Con due milioni di morti e quattro milioni di profughi quella del Sudan è stata, dal 1955 al 2011, una delle più sanguinose guerre dalla fine del Secondo conflitto mondiale. Vani gli accordi di pace del 2005 e la scissione della parte Sud in una nuova repubblica (Sud Sudan) nata nel 2011 dopo un referendum. Il giovane Stato è precipitato in una spirale di violenze e conflitti politico-etnici. Dopo l’inziale alleanza indipendentista, le forze leali al presidente Salva Kiir, del gruppo etnico Dinka, hanno cominciato a scontrarsi con quelle dei Nour, capeggiato dall’ ex vicepresidente della neonata repubblica Mashar oggi in esilio.

Fonte: The Guardian

Link: https://www.theguardian.com/global-development/2016/dec/18/mass-atrocities-feared-in-south-sudan-as-ethnic-violence-is-stoked-by-hunger

Zimbabwe – Mugabe verso la ricandidatura alle elezioni nazionali del 2018

Il Presidente dello Zimbabwe, il 92enne Robert Mugabe, ha ottenuto il supporto del suo partito di maggioranza lo Zanu-Pf per ricandidarsi alle elezioni nazionali del 2018. Ha inoltre aggiunto che Mugabe “ dovrebbe governare a vita con poteri più estesi”.

I gruppi di opposizione hanno descritto questa adulazione come una perdita di vista dei gravissimi problemi che afliggono la società civile da parte di Mugabe e dei suoi seguaci. Problemi quali tassi di disoccupazione inauditi, miseria, carenza di cibo e chiusura di numerose aziende.

Fonte: The Guardian

Link: https://www.theguardian.com/world/2016/dec/18/zimbabwe-president-robert-mugabe-92-to-stand-in-next-election

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s