Rassegna settimanale 21-27 novembre: Sud-Est Asiatico

21 novembre, FILIPPINE – Putin invita Duterte a visitare la Russia

Dopo l’incontro informale tra il Presidente Vladimir Putin e la sua controparte filippina Rodrigo Duterte, avvenuto a Lima, a margine del meeting dell’APEC, Putin ha invitato Duterte a visitare ufficialmente la Russia.

Probabilmente Duterte accetterà l’invito del Presidente russo che vede come “idolo e eroe”.

Pare che le Filippine stiano già organizzando tale visita, in attesa solamente di fissare una data di comune accordo con la Russia.

Fonte: Asian Correspondent

Link: https://asiancorrespondent.com/2016/11/cordial-meeting-putin-invites-philippines-duterte-visit-russia/

22 novembre, CAMBOGIA – L’opposizione interrompe il boicottaggio

L’opposizione cambogiana ha interrotto il boicottaggio al Parlamento, che stava portando avanti da sei mesi, per discutere del budget nazionale per il 2017.

Il CNRP (Cambodia National Rescue Party) ha dichiarato che la posizione del partito rimane invariata ma che è necessaria una tregua politica con il governo.

Fonte: Asian Correspondent

Link: https://asiancorrespondent.com/2016/11/cambodia-opposition-ends-parliament-boycott-2/

23 novembre, FILIPPINE – Età minima di responsabilità penale dai 9 anni, secondo la nuova legge: HRW ne chiede il ritiro

Human Right Watch ha sollecitato il governo filippino a ritirare immediatamente la nuova legge che permette alle autorità locali di incarcerare bambini a partire dai 9 anni.

La bozza è stata presentata lo scorso giugno (una settimana dopo l’entrata in carica di Duterte come Presidente). Se essa venisse approvata, l’età minima di responsabilità penale nelle Filippine scenderebbe dai 15 ai 9 anni.

Fonte: Asian Correspondent

Link: https://asiancorrespondent.com/2016/11/philippines-rights-group-demands-withdrawal-bill-jail-children/

24 novembre, THAILANDIA – Il nuovo governo non si formerà fino al 2018

Il governo tailandese ha ribadito che le nuove elezioni avranno luogo il prossimo anno ma che probabilmente il nuovo governo non si formerà fino al 2018.

Il Primo Ministro Wissanu Krea-ngam ha sostenuto che “fattori imprevedibili” potrebbero rallentare gli sviluppi politici verso il ritorno alla democrazia, rendendo quindi improbabile la formazione di una nuova amministrazione entro prossimi mesi.

Fonte: Asian Correspondent

Link: https://asiancorrespondent.com/2016/11/thailand-election-take-place-next-year-new-government-may-wait/

25 novembre, FILIPPINE – Studenti protestano contro la sepoltura di Marcos nel Cimitero degli Eroi

I membri della APO (Alpha Phi Omega), un gruppo di studenti dell’Università delle Filippine (UP), hanno organizzato una protesta contro la sepoltura come eroe della patria del dittatore Ferdinand Marcos.

Gli studenti organizzano ogni anno una corsa nudi chiamata “Oblation Run” dedicata ad una giusta causa.

Quest’anno la corsa è stata organizzata per protestare contro la sepoltura di Marcos nel Libingan ng mga Bayani, il Cimitero degli Eroi. Il tema è molto delicato e motivo di forti critiche, soprattutto da parte dei sopravvissuti al regime del dittatore.

Fonte: Asian Correspondent

Link: https://asiancorrespondent.com/2016/11/philippines-varsity-students-organise-naked-run-protest-marcos-burial/

26 novembre, INDONESIA – Arrestato un sospetto terrorista e sequestrati gli esplosivi

La polizia in Indonesia ha arrestato un militante Islamico e ha sequestrato il materiale che avrebbe usato per creare una bomba da far esplodere durante un attacco agli edifici governativi e all’ambasciata della Birmania a Giacarta, previsto per il prossimo mese.

Il sospetto terrorista è stato identificato come Rio Priatna Wibawa, 23 anni, membro di un gruppo indonesiano che supporta lo Stato Islamico.

Secondo i media locali, la quantità di esplosivi sequestrata sarebbe stata sufficiente a produrre un’esplosione doppia rispetto a quella che nel 2002 ha ucciso 202 persone in un nightclub a Bali.

Fonte: Asian Correspondent

Link: https://asiancorrespondent.com/2016/11/indonesia-arrests-militant-planning-bomb-strike-burma-embassy/

27 novembre, MALESIA – Najib non intende indire elezioni anticipate

Il Primo Ministro malesiano Najib Razak ha dichiarato che non è detto che ci saranno elezioni anticipate il prossimo anno.

Le elezioni dovrebbero avvenire nell’agosto 2018, ma si vociferava che Najib avrebbe indetto elezioni anticipate nella seconda metà del 2017, viste le manifestazioni e gli sforzi dell’opposizioni che chiedevano le sue dimissioni.

Tuttavia, in un’intervista, Najib (al potere dal 2009) ha sostenuto che non c’è alcuna fretta di andare al voto ora: le elezioni possono aspettare.

Fonte: Asian Correspondent

Link: https://asiancorrespondent.com/2016/11/najib-cools-snap-election-talk-malaysia-lacks-feel-good-factor/

(Featured Image Source:

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/f/fe/Mt._Pico_De_Loro_Monolith.jpg )

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s