Rassegna settimanale 16-22 maggio: Cina e Corea del Nord

18 maggio, Cina – UE e Cina organizzano una tavola rotonda per discutere la Belt and Road Initiative

Gli organismi consultivi cinesi e l’Unione Europea hanno organizzato una tavola rotonda bilaterale per scambiarsi i punti di vista sull’ambizioso progetto cinese, la Belt and Road Initiative.

Secondo il Comitato economico e sociale europeo, che ospita l’incontro, il 14esimo meeting della società civile Cina-UE tratterà di temi come infrastrutture e investimenti nella cornice della Belt and Road Initiative o la nuova Banca Asiatica d’Investimento per le infrastrutture.

Sembra che UE e Cina vogliano lavorare di più sulle sinergie tra la Belt and Road Initiative e il European Investment Plan e vogliano raggiungere una maggior cooperazione tra la Banca europea degli investimenti e la Banca Asiatica d’Investimento per le infrastrutture.

Fonti: China Daily

Link: http://www.chinadaily.com.cn/world/cn_eu/2016-05/18/content_25354124.htm

19 maggio, Cina – L’ambasciata cinese in Zambia nega di aver esportato in Africa “carne umana in lattina”

L’ambasciata cinese in Zambia ha respinto l’accusa rivolta dalla stampa locale alla Cina di “aver sfamato l’Africa con carne umana”.

L’ambasciatore cinese in Zambia, Yang Youming, ha definito l’accusa una calunnia.

Secondo la stampa cinese la fonte delle notizia sarebbe una donna zambiana che vive in Cina e che ha dichiarato che le aziende di carne cinesi accumulano cadaveri umani per farne carne in scatola da mandare in Africa. La donna avrebbe postato sul suo profilo Facebook delle foto della suddetta carne.

Secondo alcune fonti sembra che le foto non siano reali.

Il governo dello Zambia, comunque, ha detto che effettuerà le ricerche necessarie e che è stato colpito dall’incidente, viste le buone relazioni che legano i due Paesi.

Fonti: Asian Correspondent

Link: https://asiancorrespondent.com/2016/05/china-embassy-zambia-deny-human-meat/

20 maggio, Cina – Trolls da propaganda dietro al mezzo milione di falsi post sui social media

Sembra che circa 500 milioni di falsi post e commenti pubblicati sui social media cinesi ogni anno siano parte di una strategia del governo per influenzare l’opinione pubblica. L’analisi è stata condotta da alcuni studiosi di Harvard.

Secondo lo studio un post ogni 178 sarebbe creato dal governo. Per lo più si tratterebbe di post che sostengono la Cina, la storia rivoluzionario del partito Comunista o altri simboli del regime.

Setacciando alcune email trapelate nel 2014, i ricercatori hanno scoperto che lo scopo dell’operazione è cambiare il tema per “distrarre il pubblico” durante periodi dove sono popolari temi legati alla politica o durante eventi nazionali chiave. L’obiettivo è, infatti, distrarre i cittadini dai temi politici affinché non scendano per strada a manifestare.

I troll, nella cyber guerriglia interna, sono conosciuti come Wumao, così chiamati per i 50 centesimi che ricevono per ogni post che pubblicano.

Fonti: Asian Correspondent, The Diplomat, BBC

Link: https://asiancorrespondent.com/2016/05/china-trolls-488mil-social-media/

http://thediplomat.com/2016/05/harvard-study-china-fabricates-488-million-social-media-posts-per-year/

http://www.bbc.com/news/technology-36340514

Cina- Il Vietnam d’accordo su rafforzare la cooperazione militare

L’ambasciatore cinese in Vietnam, Hong Xiaoyong, si è incontrato con il Ministro vietnamita della difesa, Ngo Xuan Lich. Durante l’incontro i due hanno deciso di rafforzare la cooperazione militare.

Nel suo discorso il ministro vietnamita ha parlato della cooperazione militare e ha manifestato la volontà di continuare ad aderire alle linee guida di “vicinato amichevole, cooperazione completa e stabilità a lungo termine” e ha sottolineato l’importanza di iniziare una collaborazione tra gli eserciti.

L’ambasciatore cinese, dal canto suo, ha ribadito che una collaborazione amichevole con il Vietnam è fondamentale per entrambi i Paesi e ha dichiarato di voler mantenere le visite frequenti.

Entrambe le parti hanno affermato di voler aumentare la cooperazione in diversi settore, tra cui quello militare.

Fonti: China Daily

Link: http://www.chinadaily.com.cn/world/2016-05/20/content_25390770.htm

21 Maggio, Cina – Iniziano le esercitazioni militari congiunte con la Tailandia

La marina cinese e tailandese hanno organizzato una cerimonia di apertura per celebrare l’inizio delle esercitazioni militari congiunte, chiamate Blue Strike 2016.

La cerimonia ha avuto luogo in Tailandia, nella base navale di Sattahip nella provincia di Chon Buri ed è stata presieduta da Naris Prathumsuwan, comandante della flotta Royal Thai Navy e da Wang Hai, vice comandante della flotta cinese.

Le esercitazioni congiunte includeranno degli allenamenti in terra e in mare, l’evacuazione di persone da zone di guerra e assistenza in azioni anti-terrorismo.

Secondo Naris queste esercitazioni serviranno anche a rafforzare le relazioni tra i due Paesi e a condividere conoscenze ed esperienze politiche.

Si tratta delle terze esercitazioni comuni, dopo Blue Strike 2010 e Blue Strike 2012.

Fonti: China Daily

Link: http://news.xinhuanet.com/english/2016-05/21/c_135377888.htm

(Featured image source: Xinhua)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s