Rassegna settimanale 30 novembre – 6 dicembre: Giappone e Corea del Sud

30 novembre, Giappone – Sea Shepherd ammonisce il Giappone per aver ripreso la caccia alle balene

Il gruppo ambientalista Sea Shepherd ha messo in guardia il Giappone per quanto concerne la ripresa della caccia alle balene nell’Antartico, chiedendo l’intervento del governo australiano.
Dopo anni di avvertimenti da parte della Sea Shepherd, il Giappone è stato costretto a abbandonare la stagione di caccia 2014/15, dopo che la Corte Internazionale di Giustizia l’ha definita un’attività commerciale mascherata da ricerca scientifica.
L’Australia ha compiuto sforzi per persuadere il Giappone a fermare la caccia alle balene e la Sea Shepherd ha chiesto al Primo Ministro australiano di ricorrere alla diplomazia per impedire la ripresa di questa attività.

Fonte: News on Japan

Link: http://newsonjapan.com/html/newsdesk/article/114460.php

1 dicembre, Corea del Sud – Park promette 11 milioni di dollari a favore di alcuni Stati dell’Africa

Il presidente Park ha promesso 11 milioni di dollari a dieci Paesi africani nei prossimi 5 anni, destinati alla formazione professionale, ritenendo l’educazione una soluzione agli estremismi violenti e un ingrediente fondamentale per un’economia di successo.
La Corea del Sud sta già aiutando cinque dei dieci Paesi africani coinvolti. Il progetto, iniziato nel 2011, finirà nel 2016 e avrà lo scopo di produrre e distribuire libri di testo.
La Corea del Sud ha quindi programmato di aggiungere altri cinque Paesi al progetto, per portare avanti una seconda fase con un budget di 11,8 milioni di dollari.
La speranza è quella di riuscire a dare un fondamento alla pace e alla prosperità grazie all’educazione, strumento per combattere i radicalismi che hanno portato al terrorismo.

Fonte: Korea Herald

Link: http://www.koreaherald.com/view.php?ud=20151201001103

2 dicembre, Giappone – La Russia costruisce nuove basi militari sulle Isole Curili

La Russia ha iniziato a costruire due moderne zone militari sulle Isole Curili orientali. Il primo ministro russo Medvedev ha dichiarato che queste nuove costruzioni serviranno a migliorare l’efficienza di intervento delle truppe sui confini più orientali del Paese.
La Russia ha programmato la costruzione di 392 edifici prefabbricati, comprendendo anche scuole, asili, centri ricreativi e dormitori, con i lavori che proseguiranno anche durante l’inverno.
Già in settembre Medvedev aveva visitato l’isola di Iturup, stanziandovi le truppe russe e suscitando il malcontento di Tokyo. Il ministro degli esteri Lavrov ha rifiutato qualunque compromesso sull’appartenenza delle isole, affermando che il Giappone dovrebbe accettare la realtà storica post-bellica, che vede le isole occupate dalle truppe sovietiche durante la Seconda Guerra Mondiale.

Fonte: Japan Today

Link: http://www.japantoday.com/category/politics/view/russia-building-new-military-bases-on-islands-claimed-by-japan

3 dicembre, Corea del Sud – Park discute un piano di infrastrutture in Europa

Il presidente sudcoreano Park ha partecipato al vertice di Praga con il Gruppo di Visegrad, formato dall’alleanza tra Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria e Slovacchia.
Durante l’incontro, Park ha sottolineato i punti forti della nazione, discutendo le varie possibilità per combinare le conoscenze scientifiche di base dei quattro Paesi europei con la tecnologia avanzata di Seoul, per promuovere progetti congiunti di ricerca e sviluppo, in particolare nel mercato delle infrastrutture.
Park ha poi incontrato i primi ministri separatamente, discutendo su come espandere la partecipazione di compagnie sudcoreane nei progetti delle nuove infrastrutture e dei progetti per l’energia nucleare di ognuno dei quattro Paesi.

Fonte: Korea Herald

Link: http://www.koreaherald.com/view.php?ud=20151203000974

4 dicembre, Giappone – Gli Stati Uniti annunciano la restituzione di due lotti di terreno a Okinawa entro il 2018

Gli Stati Uniti e il Giappone hanno annunciato il ritorno imminente di due lotti di terra che passeranno dall’uso militare a quello civile. Il terreno servirà ad ampliare le strade, a decongestionare il traffico e a riconvertire le aree intorno alle basi e alla strada statale 58.
L’annuncio è stato dato in modo congiunto dall’ambasciatore statunitense Kennedy e dal capo di gabinetto Suga, nel tentativo di intiepidire il crescente anti-militarismo negli abitanti di Okinawa, che sperano in una riduzione della presenza militare statunitense.
Il trasferimento sarà completato entro la fine di marzo del 2018.
I due Paesi hanno inoltre raggiunto un accordo per iniziare a costruire una strada sopraelevata sull’area militare di Camp Foster che si collegherà alla statale 58, sempre entro la fine di marzo 2018.

Fonte: News on Japan

Link: http://newsonjapan.com/html/newsdesk/article/114516.php

5 dicembre, Giappone – Il budget per la difesa supererà per la prima volta i 5mila miliardi di yen

Il budget per la difesa giapponese supererà, nel prossimo anno fiscale, i 5mila miliardi di yen, dopo l’approvazione della nuova legge sulla sicurezza, che prevede un ruolo maggiore delle forze di difesa.
Per fronteggiare la crescente minaccia militare della Cina, il Giappone ha diminuito le difese sulle regioni settentrionali ai confini con la Russia, per concentrarsi sullo sviluppo di maggiori forze nel Mar Cinese orientale e nel Pacifico occidentale.
Il budget include anche i fondi per lo spostamento della base di Futenma e sarà finalizzato il 24 dicembre.

Fonte: Japan Today

Link: http://www.japantoday.com/category/politics/view/japans-defense-budget-likely-to-top-y5-trillion-for-first-time

6 dicembre, Corea del Sud – I leader di Corea del sud e Repubblica Ceca celebrano il rinnovo dell’intesa

Il presidente Park ha visitato la Repubblica Ceca la scorsa settimana, ponendo le basi per un rafforzamento degli accordi bilaterali e strategici, attraverso la diplomazia e la cooperazione economica.
Park è il primo presidente coreano che visita il Paese in 20 anni. Nell’incontro con il presidente ceco Zeman sono stati firmati 18 memorandum d’intesa relativi alla cooperazione nel campo delle scienze, dell’informazione, delle tecnologie della comunicazione, della cultura, della salute, solo per citarne alcuni.
La cooperazione nel settore nucleare ha costituito un elemento importante, poichè sono stati presi accordi per collaborare a un progetto di costruzione e mantenimento di impianti nucleari addizionali. Tuttavia, per aggiudicarsi il progetto, il Paese dovrà competere con altre potenze, quali Stati Uniti e Giappone.
I due leader hanno inoltre affrontato, facendo riferimento anche al periodo sovietico, il tema della spaccatura fra le due Coree, trovandosi d’accordo su una possibile unificazione pacifica, che potrebbe verificarsi in un futuro non troppo lontano.

Fonte: Korea Herald

Link: http://www.koreaherald.com/view.php?ud=20151206000332

(Featured Image Source: Wikimedia Commons)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s