Rassegna settimanale 8-14 dicembre: Africa Subsahariana

9 Dicembre, Zimbabwe- Grace scalza Mujuru come nuova erede politica di Mugabe? 

“Un conflitto tra la funzione pubblica e gli interessi privati”: con questa motivazione il Presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe, ha rimosso dal suo incarico la vicepresidente Joice Mujuru. Esonerati anche altri otto ministri del governo.

Per Mugabe, Mujuru, considerata la sua erede politica, stava organizzando un complotto per ucciderlo. Il presidente dello Zimbabwe ha accusato nei giorni scorsi la vicepresidente di incompetenza e corruzione.

Robert Mugabe, 90 anni, è stato confermato sabato scorso leader del partito “Zanu-PF” (Unione Nazionale Africana Zimbabwe-Fronte Patriottico), al potere dal 1980. Subito dopo ha affidato alla moglie Grace, 49 anni, la presidenza dell’ala femminile del gruppo politico.

Per diversi osservatori è un’investitura politica: se l’età gli impedisse di rimanere ancora al potere, a succedergli sarà la moglie Grace.

Fonte: Euronews
Link: http://it.euronews.com/2014/12/09/zimbabwe-mugabe-rimuove-la-vicepresidente-joice-mujuru/

10 Dicembre, Mali- Liberato Lazarevic, ostaggio in Mali dal 2011

Un francese, tenuto in ostaggio nel Mali da un gruppo legato a Al Qaeda, è stato liberato grazie a uno scambio con quattro militanti islamici che erano in carcere.

Serge Lazarevic è arrivato in Francia mercoledì, dove è stato accolto dai famigliari e dal Presidente Hollande.
Sembra che la sua liberazione non sia seguita al pagamento di un riscatto ma solo al rilascio di quattro militanti del gruppo da una prigione del Mali. La Francia però non conferma lo scambio.
Un altro francese, Philippe Verdon, che era stato rapito assieme a Lazarevic è, invece, stato ucciso dal gruppo nel luglio 2013. I due erano stati presi e fatti prigionieri nel novembre 2011.
Il Presidente francese ha ringraziato i governi del Mali e del Niger per il loro aiuto nel permettere la liberazione di Lazarevic. Lazarevic ha, invece, ringraziato il Presidente e il suo governo per aver fatto tutto il possibile per liberarlo.

Fonte: BBC Africa
Link: http://www.bbc.com/news/world-europe-30414320

Kenya- Donne sieropositive sterilizzate a forza

Un gruppo di donne sieropositive ha intrapreso un’azione legale contro il governo, che le avrebbe costrette a una sterilizzazione forzata.
Le donne chiedono un risarcimento per il trattamento loro riservato.
Un gruppo di attivisti si è riunito a Nairobi per protestare contro questa pratica e chiedere che sia messa al bando.
Una delle donne, Teresia Otieno, ha detto alla BBC di essere stata sterilizzata senza il suo consenso. Era andata in ospedale per partorire il suo primo figlio e, finita l’operazione, il medico ha detto di averla sterilizzata.
Casi simili sono successi nel 2012 in Namibia, dove donne malate di HIV sono state fatte partorire con il cesareo e, in quella occasione, sterilizzate.

Fonte: BBC Africa
Link: http://www.bbc.com/news/world-africa-30417266

Nigeria- Nuovo attacco di Boko Haram a Kano

Nuovo attacco terroristico in Nigeria, questa volta vicino al mercato di Kano nel nord del Paese. Quattro persone sono state uccise e altre sette ferite.
Si sospetta che anche dietro questo attacco ci sia Boko Haram.
L’attacco sarebbe stato realizzato da due giovani ragazze in hijab (bandane musulmane). Sono arrivate al mercato e hanno chiesto di essere indirizzate verso un bagno pubblico. Hanno fatto poi esplodere le bombe, uccidendo quattro persone oltre a loro stesse.
Il mercato Kantin Kwari è il più grande mercato tessile a Kano. Qui arrivano moltissime persone da tutto il Paese e anche da Paesi limitrofi. E’ sempre molto affollato e pieno di persone.
Gli attacchi del gruppo questo anno hanno fatto più di 2000 vittime.

Fonte: BBC Africa
Link: http://www.bbc.com/news/world-africa-30416870

11 Dicembre, Africa- Person of the Year 2014: gli Ebola fighter

La rivista americana Time ha scelto come Person of the Year 2014 coloro che lottano contro il virus dell’ebola. Medici, infermieri e volontari che “hanno corso rischi e salvato vite”.
Paesi come Sierra Leone, Liberia e Guinea si sono trovati ad affrontare questa malattia con poche risorse; alcuni professionisti della sanità sia locale che internazionale hanno scelto di accettare la sfida di affrontare una malattia che non ha una cura.
Organizzazioni come Medici senza Frontiere o Samaritan’s Purse hanno preso l’iniziativa di collaborare alla lotta all’ebola e, senza i loro sforzi, la crisi sarebbe stata ben peggiore.

Fonte: All Africa
Link: http://allafrica.com/stories/201412111581.html

12 Dicembre, Kenya- Proposta di legge controversa sulla gestione del terrorismo e la sicurezza

Il Parlamento del Kenya ha sostenuto una proposta di legge finalizzato a “aumentare la capacità delle autorità di gestire il terrorismo e le questioni della sicurezza”.
Prima dell’approvazione ci sono stati dibattiti animati e l’opposizione sostiene che la proposta non rispetti i diritti umani.
L’opposizione assieme a gruppi di attivisti hanno dichiarato di organizzare delle proteste se la proposta non sarà meno draconiana.
Il gruppo somalo al-Shabab ha attaccato il Kenya numerose volte negli ultimi mesi..
La proposta di legge dà al presidente e alle agenzie di spionaggio una serie di nuovi poteri che l’opposizione ha criticato.
Le parti che dovrebbero essere emendate sono:

  • – il diritto delle autorità a detenere i sospetti terroristi fino a 1 anno;
  • – il potere dato alle agenzie di intelligence di intercettare le comunicazioni, senza il consenso del tribunale;
  • – la necessità per i giornalisti di ottenere un permesso dalla polizia prima di pubblicare notizie o fare indagini sul terrorismo locale o su questioni di sicurezza.

Per il governo “nessuna libertà è stata ridotta a meno che tu non sia un terrorista” e “nessuna parte della costituzione è stata violata”.

La proposta di legge sarà passata alla commissione parlamentare per gli emendamenti e poi sarà inviata al Presidente per essere firmata.

Fonte: BBC Africa
Link: http://www.bbc.com/news/world-africa-30447088

Sierra Leone- No alle celebrazioni pubbliche per Natale e Capodanno

La Sierra Leone ha proibito le celebrazioni pubbliche durante Natale e Capodanno a causa dell’ebola.
I soldati saranno schierati nelle strade durante le feste per impedire alle persone di uscire.
Il Natale è molto celebrato in Sierra Leone, nonostante l’Islam sia la religione più diffusa.

Il Paese, con più di 8.000 casi e 1.900 morti, ha il numero più alto di casi di ebola in Africa occidentale.
Secondo il Presidente del Paese, inoltre, i casi di ebola sembrano in crescita, soprattutto nel nord-ovest del Paese, nonostante gli aiuti internazionali. Da questo la scelta di vietare i festeggiamenti pubblici.

Fonte: BBC Africa
Link: http://www.bbc.com/news/world-africa-30455248

Angola- L’Angola riceve un prestito di 2 bilioni di dollari dalla Cina

La Banca cinese per lo sviluppo darà un prestito di 2 bilioni di $ alla compagnia del petrolio dell’Angola (Sonangol E.P) per sostenere dei progetti di sviluppo nei settori del petrolio e del gas.
Il prestito è stato annunciato venerdì a Pechino, durante la firma di un accordo di partnership fra il Ceo della Sonangol, Francisco de Lemos José Maria, e il Presidente della Banca cinese per lo Sviluppo, Zheng Zhijie.
Zheng Zhijie ha ricordato che l’Angola è il secondo fornitore di prodotti petroliferi per la Cina e Francisco de Lemos José Maria ha detto che la Banca ha permesso alla Sonangol l’implementazione di progetti importanti nell’ambito della ricerca del petrolio, la raffineria e la logistica.
L’accordo sarà valido per 10 anni.

Fonte: All Africa
Link: http://allafrica.com/stories/201412130002.html

(Featured image Source: http://www.presstv.ir/detail/2014/12/10/389650/ebola-fighters-time-person-of-2014/)

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s